Booking Online

 

Trapani

Conosciuta come Città del vento e del Sale, Trapani può essere considerata il Capoluogo morale della Sicilia Occidentale. La mitologia vuole che la città di Trapani sia stata creata dalla falce caduta dalle mani di Cerere – altre versioni del mito attribuiscono la falce a Saturno, patrono della città – che arrivando a terra formò un tratto di terra sulla quale sorse Drepanon (Trapani), che in greco antico significa, appunto falce. Un aneddoto raccontato nell'Eneide vuole che Anchise, padre di Enea, morì a Drepanum (Trapani) e che Enea vi fece ritorno per celebrare i ludi novendiali.

Storicamente il primo nucleo abitativo della città venne fondato dagli Elimi, un popolo arrivato in Sicilia in epoca protostorica. Grazie alla sua posizione strategica Trapani divenne ben presto una città-emporio, di grande importanza per i trasporti marittimi.

Trapani è un museo a cielo aperto, grazie alle sue numerose chiese ad agli altrettanto importanti musei e palazzi. Il principale monumento della città è il complesso dell'Annunziata, in via Pepoli. La magnifica Cappella della Madonna sorge alle spalle dell'altare principale ed è possibile accedervi attraverso un suggestivo arco rinascimentale, chiuso da una grata di bronzo del 1591. Procedendo attraverso il mirabile centro storico si incontrano numerose altre chiese, altrettanto ricche ed importanti, come la chiesa di San Francesco d'Assisi, la chiesa di San Pietro, la chiesa del Purgatorio e la chiesa dei Cappuccini. Immancabile una visita ad una delle chiese più antiche della città: la chiesa di S. Maria del Soccorso, o Badia Nuova. Merita una sosta la splendida Cattedrale costruita nel '600 su un impianto trecentesco. La Cattedrale è dedicata a San Lorenzo e sorge in corso Vittorio Emanuele.

I luoghi d'arte a Trapani si susseguono uno dietro l'altro, basti pensare a via Garibaldi, costellata da magnifici palazzi e luoghi di culto settecenteschi. Qui potrete visitare Palazzo Riccio di Morana e Palazzo Milo, mentre Palazzo Fardella e Palazzo Sanseverino sorgono lungo via Libertà. Palazzo Senatorio svetta con i suoi scenografici orologi alla fine di Corso Vittorio Emanuele. Proprio a fianco sorge la duecentesca Torre dell'orologio. Oltre ai palazzi, la città è ricca di Musei; il più famoso di tutti è il Museo Pepoli che sorge nei locali dell'ex Convento dei Padri Carmelitani; al suo interno sono conservati numerosi dipinti che rappresentano un'importante testimonianza della cultura artistica della Sicilia occidentale tra XIII e XIX secolo, sculture della scuola di Gagini, pregevoli gioielli appartenenti al tesoro della Madonna di Trapani, argenti della tradizione trapanese e opere in corallo ed anche abiti d'epoca della nobiltà trapanese e paramenti sacri acquisiti dopo le leggi del 1867. La sua pavimentazione è in maiolica originale e rappresenta interessanti scene quotidiane delle attività trapanesi, come la pesca del tonno. Merita una sosta anche il Museo della Preistoria e Archeologia Marina, nella sua suggestiva location sulla Torre di Ligny, punto estremo della città di Trapani dove si incontrano il Mar Mediterraneo e il Mar Tirreno.

Negli ultimi anni la città ha assunto anche una rilevanza internazionale con eventi di indubbia importanza sia culturale, come le mostre su Caravaggio, Leonardo Da Vinci, Picasso e del Crocifisso Ritrovato di Michelangelo, sia sportivo con alcune delle fasi della America's Cup. Proprio grazie a quest'ultimo evento la città ha ripreso valore ed ogni anno vengono organizzate delle gare di vela internazionali approfittando del nostro vento e del nostro mare molto amati da questi sportivi.

Le strade principali sono meta della movida e diventano il luogo ideale per lunghe passeggiate. Via Fardella e Corso Vittorio Emanuele si popolano di gente, che soprattutto nelle ore serali si reca nei locali per incontrarsi e rilassarsi con un drink da gustare per accompagnare l'aperitivo.

Dulcis in fundo, la riserva delle saline di Trapani, di origine fenicia, all'interno della quale si esercita l'antica attività di estrazione del sale, è anche una importante zona umida che offre riparo a numerose specie di uccelli migratori. È gestita dal WWF Italia e candidata come patrimonio dell'umanità all'UNESCO.